Instagram Feed
Search
 

Acciughe del Mar Cantabrico

Innanzitutto la zona di cattura, il Mar Cantabrico, situato a nord della Spagna, dove si affacciano le regioni dei Paesi Baschi, delle Asturie e della Cantabria.

Il Mar Cantabrico è una zona particolarmente adatta per il ciclo di vita dell’acciuga (Engraulis encrasicolus). La specie è la stessa che vive nel Mediterraneo ma nel Cantabrico sviluppa caratteristiche lievemente diverse. Il Mar Cantabrico è l’inizio dell’Oceano Atlantico ma non è ancora oceano, questo fa sì che abbia temperature più fredde rispetto a quelle riscontrabili nel Mar Mediterraneo, ma non troppo fredde. Questo fattore fa sì che le acciughe in questa zona crescano di più e accumulino più grasso.

Acciughe Mar Cantabrico

La materia prima di partenza è, dunque, più pregiata, più carnosa, più saporita.

Inoltre, il governo spagnolo, proprio per salvaguardare un prodotto locale tipico conosciuto e commecializzato in tutto il mondo, impone rigidi periodi di fermo pesca proprio per dare modo alle acciughe di riprodursi e di accrescersi a dovere.

Il periodo di pesca stabilito per legge per la loro cattura è quello che va da marzo a fine giugno, periodo in cui le acciughe presentano le caratteristiche sensoriali migliori.

Ogni anno vengono prodotte circa 5 mila tonnellate di acciughe, una quantità “limitata” per via del sovrasfruttamento della risorsa ittica che c’era stato nei decenni scorsi e che hanno fatto correre ai ripari il governo spagnolo con politiche di limitazioni della pesca all’acciuga nel Mar Cantabrico.

Date:

02/03/2020